Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GINEVRA - La corte d'assise di Ginevra ha condannato oggi a 14 anni di reclusione un marocchino per aver stuprato, o tentato di stuprare, tre persone nell'arco di appena dieci giorni nell'agosto 2008: una pensionata di 93 anni, un tossicomane e una madre di famiglia. L'imputato è stato riconosciuto colpevole di violenza carnale e coazione sessuale.
L'uomo di 39 anni - che in un primo tempo si era fatto passare per algerino - è stato descritto come "un sadico, un pericoloso predatore" dal sostituto procuratore Marc Rossier, che aveva chiesto l'ergastolo e l'internamento. Misura, quest'ultima, che è stata rifiutata dalla corte.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS