Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I frontalieri rappresentano poco più di un quarto del personale alle dipendenze delle amministrazioni e degli enti pubblici di Ginevra. Il Cantone ha pubblicato per la prima volta oggi un "bilancio sociale" del personale impiegato nel 2013 da quindici entità, fra le quali figurano l'amministrazione cantonale, le case per anziani, l'Università e l'azienda dei trasporti pubblici TPG.

A fine 2013, il "Grand Etat" - così sono soprannominate a Ginevra le quindici entità - impiegava 44'003 persone. Il 67,7% è di nazionalità svizzera, il 27,9% proviene da paesi europei, mentre il 4,4% è originario di altri Stati. La maggioranza dei dipendenti - 66,6% - abita nel cantone.

Il 26,8% è costituito da frontalieri, di cui il 9,7% è di nazionalità elvetica con residenza all'estero, mentre il 16,9% possiede un passaporto europeo.

Il "bilancio sociale" contiene numerose altre informazioni, quali la ripartizione degli impieghi a seconda dei sessi, l'età media dei dipendenti, nonché l'ammontare degli stipendi.

SDA-ATS