Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Geithner: crisi non e' finita ma credito e immobiliare meglio

NEW YORK - "La crisi economica non è finita" ma le condizioni del credito sono migliorate e il mercato immobiliare è più stabile. Lo ha detto il segretario al Tesoro Timothy Geithner nel corso di un'audizione in Congresso.
Geithner ha poi affermato che le conseguenze del fallimento di Aig sarebbero state "catastrofiche": il suo fallimento avrebbe messo in pericolo i risparmi dei consumatori nello stesso modo in cui lo ha fatto Lehman Brothers. Geithner ha precisato che il salvataggio del colosso assicurativo era necessario per prevenire una "seconda Grande Depressione". Le decisioni assunte dal governo per Aig sono state "estremamente difficile" e tutte prese "nell'interesse degli americani".
"Non ho avuto nessun ruolo" nella decisione di limitare la diffusione delle informazioni sul salvataggio di Aig, ha affermato il segretario al Tesoro, difendendo l'operato del governo nei confronti del colosso assicurativo. "Avevamo poco tempo per decidere. La bancarotta di Lehman ha aumentato l'urgenza nel trovare una soluzione per Aig, e non sapevamo se avrebbe funzionato o meno. E questo anche perché nessuno, né il management di Aig né le autorità, conoscevano nel dettaglio la situazione di Aig".
Geithner ha quindi messo in evidenza che "i due terzi del Troubled Asset Relief Program (Tarp) sono stati recuperati, con guadagni finora di 17 miliardi di dollari".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.