L'ambasciatore del Vaticano in Turchia è stato convocato dal ministero degli esteri di Ankara dopo le dichiarazioni di oggi di Papa Francesco sul genocidio armeno: lo ha detto all'agenzia di stampa italiana Ansa lo stesso nunzio apostolico Antonio Lucibello.

Nel colloquio, ha precisato monsignor Lucibello, le autorità turche hanno espresso il loro "disappunto" per le parole del pontefice. La Turchia continua a negare che quello del 1915-16 sia stato un genocidio e combatte una guerra diplomatica permanente per cercare di impedire che venga riconosciuto all'estero da un numero crescente di Stati.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.