ROMA - Per la prima volta è stata ottenuta la mappa del Dna di un'intera famiglia. Il risultato, pubblicato questa settimana su Science e ottenuto a circa 10 anni dal sequenziamento del primo Genoma umano, permette di identificare in modo più preciso e rapido i meccanismi che controllano la trasmissione di mutazioni responsabili di malattie genetiche dai genitori ai figli.
Si è scoperto così che il tasso di trasmissione di mutazioni dai genitori ai figli è più basso di quanto si credesse.
La prima famiglia il cui patrimonio genetico è stato decodificato è americana ed è composta dai genitori e da due figli, un maschio e una femmina, entrambi affetti da una malattia genetica. A studiare il loro Dna è stato il gruppo composto dalle università statunitensi dello Utah e di Washington e l'Istituto per la biologia sistemica (Isb)di Seattle.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.