Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le nuove tecnologie di sicurezza nei computer con sistema operativo Windows 8 della Microsoft possono rendere i pc più vulnerabili alle minacce cibernetiche, inclusi i sabotaggi. Lo sostiene il Dipartimento federale tedesco per la sicurezza informatica (BSI).

L'organismo ha scritto sul suo sito internet che le agenzie federali e gli operatori di infrastrutture cruciali dovrebbero fare particolare attenzione.

Il monito arriva dopo settimane di pubblica indignazione in Germania sulla fuga di informazioni collegata ai programmi di sorveglianza statunitensi. Lo scandalo dello spionaggio è divenuta una questione spinosa per la cancelliera Angela Merkel prima delle elezioni del 22 settembre.

Il problema, secondo la BSI, sta nell'uso del chip conosciuto come Trusted Platform Module, o TPM 2.0, montato dentro i computer che adoperano Windows 8. TPM 2.0 è strutturato per proteggere meglio i pc interagendo con varie applicazioni di sicurezza. Ma la BSI sostiene che lo sviluppo congiunto di Windows 8 e TPM 2.0 potrebbe portare a una "perdita di controllo" sia sul sistema operativo sia sull'hardware.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS