Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha messo in guardia la Germania dal peggioramento dei rapporti bilaterali dopo il voto del Bundestag, il prossimo 2 giugno, sulla risoluzione che definisce genocidio il massacro degli armeni avvenuto 101 anni fa.

Lo riportano diversi quotidiani online tedeschi che riprendono le dichiarazioni fatte a Smirne dal presidente turco. "Se la Germania va alla cieca su questo caso, si danneggeranno le nostre relazioni future, diplomatiche, economiche, politiche, commerciali e militari" è la citazione di Erdogan pubblicata dalla Frankfurter Allgemeine Zeitung online.

In tarda mattinata Merkel ed Erdogan avevano avuto un colloquio telefonico, sui cui toni non era trapelato nulla da fonti tedesche. Erdogan avrebbe espresso la sua "preoccupazione" sul voto del Bundestag e ipotizzato reazioni, secondo quanto riporta la Faz.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS