Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'economia tedesca, nel secondo trimestre, ha proseguito la sua crescita, seppure moderata rispetto ai primi tre mesi del 2012 (+0,5%). È quanto scrive Bundesbank nel suo rapporto mensile reso noto oggi.

"Secondo gli indicatori provvisori - scrive la banca federale tedesca - in primavera il pil è salito moderatamente", meno del primo trimestre, "ma grazie a un settore edile vitale e alla crescita nel settore dei servizi" il pil gennaio-marzo sarebbe stato "più che eguagliato".

A contribuire alla crescita anche il consumo interno, stimolato dagli aumenti salariali e dall'alto livello d'occupazione. Nonostante la crisi internazionale, anche nel secondo trimestre sarebbe inoltre aumentato il volume delle esportazioni.

Bundesbank ha però anche espresso preoccupazione: "le prospettive per un ulteriore sviluppo economico sono condizionate da grande incertezza", mettono in guardia gli esperti. "Se l'industria tedesca ad aprile e maggio ha registrato un aumento nelle commesse, per il mese di giugno le aspettative si sono molto ridotte", afferma il rapporto. A giugno Bundesbank aveva alzato all'1% le previsioni per la crescita del pil nel 2012

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS