Il parlamento tedesco ha inflitto una multa pari a 400mila euro al partito di destra Alternative fuer Deutschland (Afd) per aver accettato donazioni illegali durante la campagna elettorale per le consultazioni locali del 2016 e del 2017.

Si tratta di donazioni ricevute da una società basata in Svizzera. Il Bundestag ha reso noto in un comunicato che in quelle occasioni due figure della dirigenza del partito, Joerg Meuthen e Guido Reil - entrambi candidate alle prossime elezioni europee - non avrebbero dovuto accettare le donazioni in quanto la società interessata all'epoca non era registrata quale donatore.

L'Afd ha fatto sapere che intende fare ricorso in tribunale e ha definito la decisione basata su "motivazioni politiche".

Il tema dei fondi illegali all'Afd era già emerso riguardo a finanziamenti ricevuti nel 2017 dalla sua co-presidente Alice Weidel provenienti sempre dalla Svizzera, caso che potrebbe adesso risultare in altre sanzioni.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.