Navigation

Germania: corte ordina restituzione opere confiscate nazisti

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 marzo 2012 - 21:03
(Keystone-ATS)

Si è conclusa oggi con una sentenza della corte federale tedesca, dopo sette anni di contenzioso, la battaglia giudiziaria della famiglia Sachs: il Museo storico tedesco dovrà restituire ai legittimi proprietari la collezione di manifesti espropriata durante il regime nazista.

La corte ha riconosciuto agli eredi dell'allora noto dentista ebreo Hans Sachs, che vivono negli Stati Uniti, la proprietà su una collezione di oltre 4mila manifesti, del valore stimato in circa 4 milioni di euro, nonostante in passato per l'esproprio fosse stato pagato un indennizzo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?