L'Istituto tedesco di ricerca economica Ifo ha abbassato le previsioni di crescita economica della Germania quest'anno e il prossimo. Invece dello 0,6%, i ricercatori si aspettano ora solo una crescita dello 0,5% per il 2019.

"L'economia tedesca rischia di finire in recessione. Come una marea nera, la debolezza dell'industria si sta gradualmente diffondendo in altri settori dell'economia, come la logistica, uno dei fornitori di servizi", afferma Timo Wollmershäuser, responsabile delle previsioni dell'Ifo. ma potrebbe anche andare peggio: "questa prospettiva è associata a forti incertezze. Per esempio, partiamo dal presupposto che non ci sarà una Brexit senza accordo o un'escalation della guerra commerciale negli Stati Uniti".

L'economia ha subito una contrazione dello 0,1% nel secondo trimestre, e l'Ifo prevede un altro calo dello 0,1% nel terzo trimestre. "Tecnicamente parlando, sarebbe una recessione", dice Wollmershäuser.

"Questo rallentamento è stato innescato da una serie di eventi politici mondiali che mettono in discussione un ordine economico globale cresciuto nei decenni", afferma Wollmershäuser. Anche le prospettive per il prossimo anno sono diventate più fosche: fino ad oggi l'Ifo aveva previsto una crescita dell'1,7%, ma ora è tornato ad appena l'1,2%; corretto per l'elevato numero di giorni lavorativi nel 2020 si arriva solo allo 0,8%. Per la prima volta i ricercatori stimano ora per il 2021 l'1,4%.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.