Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È stato finalmente tratto in salvo Johann Westhauser, lo speleologo ferito, rimasto intrappolato a 1000 metri di profondità per dodici giorni a Berschtsgaden, in Baviera. "Il ferito è stato portato in superficie e adesso viene curato dai medici di urgenza", hanno annunciato i soccorritori.

Il ricercatore, 52 anni, ha rivisto la luce del sole alle 11.44, dopo un'inedita quanto spettacolare azione di salvataggio durata ben sei giorni, a cui hanno partecipato anche una ventina di svizzeri.

SDA-ATS