Navigation

Germania: in Ue servono chiare regole contro fake news

La ministra tedesca della giustizia, Christine Lambrecht (SPD), ha presentato le priorità del semestre di presidenza tedesca dell'Ue (foto d'archivio) KEYSTONE/AP/Wolfgang Kumm sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 01 luglio 2020 - 15:06
(Keystone-ATS)

"La lotta contro l'incitamento all'odio e le fake news sul web è una grande sfida e sarà al centro del programma della nostra presidenza dell'Ue. C'è bisogno di chiarezza" sulle regole per le piattaforme.

Lo ha detto la ministra della Giustizia tedesca, Christine Lambrecht, presentando alla stampa il suo programma per il semestre europeo a guida tedesca.

"Sono necessari sforzi politici per affrontare la disinformazione online e i discorsi d'odio, che mettono a rischio la libertà di espressione e la democrazia in tutti gli Stati membri", ha sottolineato la ministra.

Tra le altre priorità politiche di sua competenza, Lambrecht ha indicato il rispetto dello stato di diritto - tramite un meccanismo Ue in discussione - e la tutela dei consumatori.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.