Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"L'antisemitismo non deve avere alcuna chance in Germania". La cancelliera tedesca Angela Merkel lo dice nel suo video-podcast di fine settimana, dedicato all'allarme lanciato nelle settimane scorse dalle comunità ebraiche europee, anche in Germania.

Il fatto che non vi sono istituzioni ebraiche che non debbano essere protette per ragioni di sicurezza rappresenta una "grande preoccupazione" per la cancelliera. Merkel ha fatto riferimento in particolare alle denunce recenti del presidente del Consiglio centrale degli ebrei tedeschi, Dieter Graumann, il quale ha sostenuto - in concomitanza del conflitto di Gaza - che gli ebrei starebbero vivendo "il periodo peggiore dal tempo del nazismo", in Germania come in altri Paesi europei.

La cancelliera ha quindi chiesto "di impegnarsi dappertutto nel mondo per la tolleranza, la convivenza pacifica, e la democrazia". E ha aggiunto che, in presenza di qualsiasi indizio di antisemitismo, si deve "indagare". Sulla falsariga dello slogan "mai più l'odio antisemita", Merkel prenderà la parola domenica 14 settembre alla Porta di Brandeburgo, a una manifestazione promossa proprio dal Consiglio centrale degli ebrei.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS