Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le manifestazioni di odio contro i profughi registrate in Sassonia, a Clausenitz e Bautzen nei giorni scorsi, sono "profondamente vergognose". Lo ha detto il portavoce di Angela Merkel, rispondendo ad una domanda a riguardo stamattina, in conferenza stampa a Berlino.

"È senza cuore osteggiare i profughi che arrivano, fra cui donne e bambini, sbraitando e urlando insulti villani", ha aggiunto a proposito di Clausenitz, dove un gruppo di cento persone, venerdì scorso, ha attaccato con insulti e gestacci un bus di profughi.

Molto forte è l'indignazione anche per le manifestazioni di giubilo di alcuni cittadini di Bautzen, che fra sabato e domenica hanno assistito al rogo appiccato in un futuro centro di accoglienza per richiedenti asilo, che adesso non potrà più entrare in funzione.

L'episodio è finito sulle prime pagine di tutti i giornali, oggi. "Chi ferma l'odio di questa gentaglia?", ha scritto Bild, denunciando l'aumento delle aggressioni ai rifugiati. "Fallita l'integrazione di alcuni tedeschi", ha titolato invece die Welt.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS