Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERLINO - Il governo tedesco ha concordato una manovra finanziaria "da circa 80 miliardi di euro fino al 2014". Lo ha annunciato oggi la cancelliera tedesca, Angela Merkel, durante una conferenza stampa tenuta a Berlino.
La manovra prevede la riduzione di 15mila dipendenti pubblici, ha dichiarato la cancelliera tedesca senza fornire ulteriori dettagli.
Il vice cancelliere e ministro degli Esteri, Guido Westerwelle, ha spiegato che la manovra prevede tagli per 11,1 miliardi di euro nel 2011.
Nel 2012 sono previsti risparmi per 17,1 miliardi di euro, nel 2013 per 25,7 miliardi di euro e nel 2014 per 32,4 miliardi di euro.
Il totale, quindi, è di 86,3 miliardi di euro, un livello molto superiore alle indiscrezioni della vigilia, che parlavano di circa 51 miliardi di euro fino al 2016.
La manovra finanziaria prevede inoltre anche una tassa ecologica sui biglietti aerei.
Intanto l'incontro previsto stasera a Berlino tra la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Nicolas Sarkozy è stato rinviato al 14 giugno. È quanto riferiscono fonti diplomatiche a Parigi precisando che il colloquio è stato spostato su richiesta dei tedeschi.

SDA-ATS