Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

A tre mesi dal voto, Germania in apnea in attesa del referendum della Spd pro o contro la grande coalizione. Il partito socialdemocratico, partner junior in un futuro governo di larghe intese, è fiducioso che vinceranno i sì e annuncia: non esiste un piano b.

Se invece, a dispetto delle previsioni, vincessero i no, addio grande coalizione, addio rielezione di Angela Merkel il 17 dicembre, e addio a tutta la leadership Spd, che verrebbe spazzata via.

La cancelliera si vedrebbe costretta o a provare a rinegoziare con i Verdi, o affrontare nuove elezioni. Per il momento comunque nella sua agenda, martedì, c'è l'elezione al Bundestag per un terzo mandato, con giuramento del governo lo stesso giorno, e visita, mercoledì, da neo-cancelliera a Parigi dal presidente Francois Hollande in buona tradizione franco-tedesca.

La suspense finirà domani alle 18:00, quando si saprà il risultato della votazione interna fra i 475.000 iscritti Spd.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS