Navigation

Germania: Merkel non vede ragioni per nuovo trattato europeo

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 settembre 2011 - 13:14
(Keystone-ATS)

La cancelliera tedesca Angela Merkel non vede attualmente ragioni per aprire un dibattito su eventuali cambiamenti da apportare ai trattati europei. Lo ha detto, oggi a Berlino, il portavoce della cancelliera Steffen Seibert in una conferenza stampa. "Al momento si tratta di agire con gli strumenti forniti dai trattati esistenti", ha specificato Seibert, che non ha invece voluto speculare su futuri sviluppi.

Ieri, durante un incontro dei gruppi parlamentari di Cdu e Csu, il ministro delle Finanze Wolfgang Schäuble si era espresso a favore di ampie riforme in Europa come risposta alla crisi del debito e, dunque, di un nuovo trattato europeo. Schäuble aveva detto che un'ulteriore delega di poteri a Bruxelles nella politica economica e finanziaria è necessaria, "anche se siamo consapevoli di quanto sia difficile cambiare gli attuali trattati". Oggi una portavoce del ministero delle finanze ha confermato la notizia, specificando che Schäuble si riferiva a sviluppi di medio e lungo periodo: "Per il governo tedesco un ministro delle finanze europeo - ha spiegato la portavoce - non è oggi in discussione".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?