Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Germania, la campagna elettorale si accende sulle unioni gay. La Cdu della Cancelliera Angela Merkel è pronta a rivedere la sua posizione approvando l'equiparazione fiscale delle unioni gay, da giorni di nuovo al centro del dibattito.

Lo ha indicato oggi il settimanale tedesco, riferendo che la recente sentenza della Corte Costituzionale tedesca - che ha decretato il diritto di adozione da parte del partner anche nel caso di una coppia gay - avrebbe indotto il governo a rivalutare la questione di una equiparazione in tema di ripartizione del reddito.

A esprimersi in questi termini è stato il ministro delle Finanze Wolfgang Schäuble, il quale ha spiegato che, a seguito del giudizio di Karlsruhe, l'esecutivo tedesco "sta verificando le conseguenze" sul piano normativo.

Sulla possibile svolta dei cristiano-democratici si è registrata immediatamente la presa di posizione dei colleghi di coalizione. Se il capogruppo parlamentare della Cdu Volker Kauder ha addirittura annunciato che la legge sulla equiparazione fiscale per potrebbe arrivare già prima dell'estate, i conservatori del partito gemello bavarese CSU sono subito insorti, mettendo in guardia da accelerazioni sul tema.

Hanno espresso invece la loro soddisfazione i Liberali, che avevano già avanzato la proposta di equiparare il trattamento economico delle unioni gay mesi fa, quando a frenare era stata la stessa Frau Merkel.

La Cancelliera aveva escluso che si potesse arrivare a una norma del genere al congresso dei cristiano-democratici dello scorso dicembre, quando era prevalsa la linea conservatrice del partito.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS