Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono in aumento i tedeschi che mostrano di aderire alla causa dei jihadisti dell'Is. Lo denuncia il presidente dell'ufficio federale per la Protezione della Costituzione, Hans Georg Maassen, diffondendo cifre inquietanti: "Abbiamo conoscenza di ben oltre 450 persone che sono espatriate verso la Siria e l'Iraq" per combattere con l'Is, ha detto Maassen.

Fino ad oggi le stime del governo tedesco erano ferme a 400 islamisti, per lo più inquadrati nella dottrina salafita. Un rischio per la Germania, come per altri Paesi, è rappresentato dai rientri dei reduci della 'guerra santa', ha ricordato il capo dell'ufficio federale della Criminalità, Joerg Ziercke: il loro numero è salito a 120 e si tratta di militanti ormai addestrati all'uso di armi ed esplosivo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS