Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Calci e pugni fino a ucciderlo: in Germania un gruppo di persone ha picchiato a morte il presunto autore di una violenza sessuale, aggredito ieri per vendetta in un parcheggio della cittadina di Neuenburg, nel sud del Paese, vicino al confine con la Francia. Lo ha reso noto oggi la polizia del Land del Baden-Württemberg, secondo cui "sul sospettato è stata esercitata una brutale violenza fisica".

Il 27enne, le cui generalità non sono state rese note, era stato soccorso da un'unità di rianimazione francese, che però non è riuscita a impedirne la morte, avvenuta nello stesso parcheggio in cui l'uomo era stata aggredito da parenti e amici della vittima della violenza sessuale.

La polizia, che domattina terrà una conferenza stampa sulla vicenda, nella notte è riuscita a fermare quattro sospettati per il linciaggio, due parenti e due amici della famiglia della donna violentata lo scorso 12 giugno. L'uomo ucciso aveva fatto perdere le sue tracce da quando la giustizia aveva spiccato su di lui un mandato d'arresto. Non è chiaro, al momento, se la vittima e i suoi aggressori si siano incontrati per caso, o se il pestaggio mortale sia stato invece premeditato.

SDA-ATS