Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - È vero o no che i dipendenti di Credit Suisse in Germania hanno aiutato i propri clienti tedeschi ad evadere il fisco? La Procura pubblica di Düsseldorf vuole vederci chiaro: 1500 titolari di conti presso l'istituto elvetico si sono così visti recapitare un dettagliato questionario. La notizia, divulgata dal quotidiano "Tages-Anzeiger", ha trovato conferma ufficiale.
Nils Bussee, portavoce della procura di Düsseldorf, ha detto all'ATS che 1500 clienti tedeschi di Credit Suisse sono stati interpellati nella veste di testimoni e sono quindi tenuti a rispondere. Il modulo consta in totale di 24 domande.
Il questionario è da mettere in relazione alle indagini avviate nello scorso marzo, dopo che gli inquirenti tedeschi sono entrati in possesso di un CD, rubato in Svizzera, contenente dati bancari di possibili evasori. Il cambio del supporto informatico la regione Nordreno-Vestfalia ha pagato 2,5 milioni di euro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS