Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Torsten Albig e Daniel Guenther

KEYSTONE/AP dpa/CARSTEN REHDER

(sda-ats)

Secondo test elettorale quest'anno per Angela Merkel e il suo sfidante socialdemocratico alla cancelleria Martin Schulz. Domani 2,3 milioni di elettori sono chiamati alle urne nel Land dello Schleswig-Holstein, al confine con la Danimarca.

La Cdu potrebbe rivelarsi primo partito e scavalcare la Spd del governatore uscente Torsten Albig. Gli ultimi sondaggi danno i cristiano-democratici tra il 32 e il 33%, mentre i socialdemocratici viaggiano tra il 29 e il 31%.

Una vittoria della Cdu segnerebbe una nuova battuta d'arresto per Schulz dopo la sconfitta di fine marzo nel Saarland e peserebbe sull'umore del partito in vista delle regionali del 14 maggio in Nordreno-Vestfalia e delle politiche del 24 settembre.

I populisti della AfD sono accreditati tra il 5 e il 6% e potrebbero pertanto entrare nel 12esimo parlamento regionale su 16. Il partito dei Pirati, invece, che siede ancora in due assemblee regionali - nello Schleswig-Holstein e in Nordreno-Vestfalia - dovrebbe fermarsi nettamente sotto la soglia di sbarramento del 5%.

Al momento lo Schleswig-Holstein è guidato da una coalizione formata da Spd, Verdi e Ssw (il partito della minoranza danese). Per la prima volta domenica potranno votare anche i ragazzi di 16 e 17 anni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS