Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LÖRRACH D - È di quattro morti, compresa la folle omicida, e diversi feriti, tutti fuori pericolo, il bilancio della sparatoria avvenuta ieri in serata in un ospedale nel centro di Lörrach (D), vicino a Basilea. Lo ha comunicato la polizia del Baden-Württemberg.
Verso le 18.00 è stata segnalata un'esplosione, seguita da un incendio, in un edificio vicino all'Elisabethenkrankenhaus. Secondo la ricostruzione della polizia, una donna armata di pistola e coltello è uscita dall'edificio dove si era verificata la deflagrazione e si è recata all'ospedale cattolico, dove ha ucciso un infermiere e ferito gravemente un poliziotto, che si trovava nel nososcomio per motivi privati. Sopraggiunte le forze dell'ordine, la donna ha sparato anche contro di loro prima di essere uccisa dalla polizia. Dall'esplosione fino all'ultimo colpo sparato sono trascorsi appena 40 minuti.
I pompieri sono riusciti nel frattempo a spegnere l'incendio scoppiato nell'edificio vicino. Qui la polizia ha trovato i cadaveri del compagno della donna e del figlio di cinque anni, uccisi con un'arma da fuoco. L'omicida non viveva con loro. Per questo, secondo il magistrato incaricato delle indagini, Dieter Inhofer, gli inquirenti tendono ora a ritenere l'intera vicenda un dramma legato a una vicenda sentimentale sfociata in tragedia.
All'operazione hanno partecipato circa 300 tra poliziotti e soccorritori, provenienti da tutta la parte meridionale del Baden-Württemberg. L'identità della donna e delle altre vittime restano per ora ignote. Un portavoce della polizia ha indicato stamani che l'omicida ha 41 anni. Gli inquirenti terranno una conferenza stampa alle 16.00.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS