Tutte le notizie in breve

Il leader dei socialdemocratici tedeschi ed ex presidente del parlamento europeo Martin Schulz è in calo nei sondaggi in vista delle elezioni di settembre.

KEYSTONE/EPA/FELIPE TRUEBA

(sda-ats)

Sembra fortemente ridimensionato il cosiddetto "effetto Schulz", in Germania.

I socialdemocratici scivolano di nuovo sotto la soglia del 30%, calando al 28%, secondo il sondaggio Forsa, e registrano uno stacco di 8 punti rispetto all'Unione cristiano-democratica (Cdu) di Angela Merkel, che resta salda al 36%.

Perdono un punto Verdi e Alternative für Deutschland, che raccolgono l'8% dei consensi. All'8% (il valore è inalterato rispetto a una settimana fa) anche l'estrema sinistra della Linke. I liberali conquistano un punto e salgono al 7%.

Con l'annuncio della sua candidatura alla cancelleria, Martin Schulz è riuscito per qualche settimana addirittura a sorpassare Merkel, nei mesi scorsi. L'ex presidente del parlamento europeo ha portato una boccata di ossigeno in un partito che ristagnava nella crisi.

Oggi però, anche sul fronte dei consensi personali, Merkel vede un miglioramento di 3 punti, e passa al 47%, mentre Schulz ne perde due, e cala al 28%. Lo scarto, in vista delle elezioni del 24 settembre, resta forte.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve