Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Via libera in Germania alla possibilità di introdurre il controverso pedaggio autostradale per le automobili, dopo che i Laender che erano contrari non sono riusciti a trovare nel Bundesrat la maggioranza richiesta per ricorrere a un comitato di conciliazione.

La nuova legge, voluta fortemente dalla Csu bavarese, prevede che tutti gli automobilisti paghino il pedaggio attraverso un bollino, ma a quelli tedeschi saranno concessi dei rimborsi attraverso un complesso sistema di esenzioni sulla tassa annuale sull'auto.

Per questo la legge, approvata dal Bundestag due anni fa, non è ancora entrata in vigore: l'Ue ha spinto a modifiche rispetto al progetto originario per limitare svantaggi agli automobilisti stranieri e alcuni Laender tedeschi avevano opposto resistenza.

Restano tuttavia scetticismi sulla redditività del sistema, che comporta una forte spesa in termini di apparato burocratico e sulla sua introduzione pende ancora l'annunciata reazione dell'Austria, che ha annunciato ricorso alla Corte di giustizia dell'Ue, ritenendosi fortemente danneggiata come Paese confinante. A detta dello stesso ministro dei Trasporti Alexander Dobrindt, l'applicazione della legge richiederà ancora diverso tempo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS