Navigation

Germania non esclude fallimento Grecia, stampa

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 settembre 2011 - 13:14
(Keystone-ATS)

Pubblicamente ha promesso ogni aiuto, ma "segretamente" il governo di Angela Merkel crede che non si possa escludere affatto che la Grecia fallirà. E c'è chi ai vertici dell'Unione già discute di questa possibilità. È quanto scrive oggi la stampa tedesca, riportando fra l'altro, indiscrezioni trapelate da un incontro di ieri della cancelliera con la Frazione dell'Unione.

"Segretamente il Governo già mette in conto il fallimento della Grecia", è il titolo di oggi della Bild, all'indomani dell'incontro a Berlino fra Angela Merkel e il premier greco Papandreou. "Cerchiamo di evitare l'insolvenza della Grecia - ha detto la cancelliera, secondo quanto riferisce il quotidiano - ma io non posso escluderla".

L'impressione di una doppia verità, sulla Grecia, non è solo del tabloid di Axel Springer; se ne occupa infatti anche la stampa specializzata. Il Financial Times Deutschland titola in proposito: "Speranza segreta su un piano B". "Alcuni strateghi ai vertici dell'Unione - si legge nel testo - discutono sull'ipotesi che la Troika, subito dopo il voto sull'EFSF, possa negare la prossima tranche di aiuti alla Grecia, e sull'ipotesi che sotto la tutela del fondo di salvataggio rafforzato la Grecia possa fallire". "Del resto la stessa cancelliera - conclude il giornale - nei giorni scorsi ha sottolineato che il meccanismo permanente dell'Esm che dovrebbe entrare in funzione a partire dal 2013 dovrebbe comportare la possibilità del fallimento degli Stati".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?