Navigation

Germania sospende accordo estradizione con Hong Kong

Il ministro degli esteri tedesco Heiko Maas. KEYSTONE/EPA/YANNIS KOLESIDIS sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 31 luglio 2020 - 18:46
(Keystone-ATS)

"Di fronte agli attuali sviluppi abbiamo deciso di sospendere l'accordo di estradizione con Hong Kong": lo ha dichiarato il ministro degli esteri tedesco Heiko Maas in un comunicato pubblicato sul sito del ministero.

La decisione del governo tedesco è conseguenza della scelta del governo di Hong Kong di eliminare dalla lista elettorale una dozzina di candidati dell'opposizione e di rimandare le elezioni, si sostiene nel comunicato. Tale scelta "è un'ulteriore cesura nei diritti dei cittadini di Hong Kong.

Segue l'incarcerazione di tre attivisti per mezzo del nuovo National Security Department e ci preoccupa molto", prosegue la nota. "Abbiamo ripetutamente espresso in modo chiaro la nostra aspettativa che la Cina rispetti gli obblighi previsti dal diritto internazionale. Ciò include la garanzia delle libertà e dei diritti garantiti dalla Basic Law", dice il ministro tedesco in riferimento alla legge Costituzionale di Hong Kong. "E questo include in particolare il diritto ad elezioni libere ed eque. Il popolo di Hong Kong ne ha diritto", conclude il ministro.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.