Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Casa Bianca (foto d'archivio)

Keystone/AP/SUSAN WALSH

(sda-ats)

Gli Stati Uniti condannano "nei termini più forti" l'"attacco terroristico" per cui ieri "la città santa di Gerusalemme - che vuol dire 'Città di pace' - è diventata una scena del terrore". Lo sottolinea la Casa Bianca in una nota diffusa dall'ufficio del portavoce.

"Il popolo degli Stati Uniti è affranto", si legge, "estendiamo le nostre preghiere e la nostra vicinanza alle vittime". La nota prosegue sottolineando che "ci deve essere tolleranza zero per il terrorismo. È incompatibile con il raggiungimento della pace e dobbiamo condannarlo nei termini più forti, sconfiggerlo e sradicarlo".

Sottolineando poi che l'attacco ha obbligato il governo di Israele a chiudere temporaneamente il Monte del Tempio/Spianata delle Moschee per condurre le indagini, si rimarca che "Israele ha assicurato al mondo che non ha intenzione di alterare lo status del luogo sacro, una decisione cui gli Stati Uniti plaudono e che accolgono.

Esortiamo tutti i leader e le persone di buona volontà ad essere comprensivi mentre questo processo va avanti e raggiunge la sua conclusione".

SDA-ATS