Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Spianata delle Moschee sarà riaperta domani (foto d'archivio)

Keystone/AP/KEVIN FRAYER

(sda-ats)

Domani pomeriggio Israele riaprirà la Spianata delle Moschee (il Monte del tempio in ebraico) tra rafforzate misure di sicurezza dopo aver sbarrato gli accessi per due giorni in seguito all'attacco terroristico costato la vita a due soldati israeliani.

Lo ha annunciato l'ufficio del primo ministro Benjamin Netanyahu in un comunicato diffuso in serata. Lo riporta l'edizione online di Haaretz.

Da domenica pomeriggio, informa l'ufficio di Netanyahu, la Spianata sarà gradualmente riaperta al pubblico. Intorno al luogo sacro saranno installate telecamere e metal detector e saranno predisposte ulteriori misure di sicurezza.

Il premier israeliano, riporta Haaretz, ha preso la decisione dopo essersi consultato con i vertici della Difesa.

Con la chiusura degli accessi alla Spianata delle Moschee decisa in seguito all'attacco lanciato da tre arabi israeliani contro due agenti, di fatto sono state impedite - per la prima volta da decenni - le preghiere islamiche del venerdì. Il provvedimento ha suscitato l'immediata ira del Mufti di Gerusalemme, sceicco Muhammed Hussein e la protesta di migliaia di fedeli musulmani che dopo non essere stati ammessi nella Città Vecchia hanno recitato le loro preghiere nelle strade di Gerusalemme est mettendo in scena una sorta sfida di massa alla polizia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS