Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Svizzera rimane al primo posto mondiale per la gestione patrimoniale: a fine 2014, gli istituti elvetici ospitavano 2040 miliardi di dollari di attivi (circa 1890 miliardi di franchi), in crescita del 14% su un anno. Lo afferma uno studio pubblicato oggi dalla società di consulenza Deloitte, nel quale si afferma che le piazze concorrenti si fanno più minacciose.

Il Regno unito si situa al secondo posto, con attivi in gestione pari a 1700 miliardi di dollari (+13%). Seguono Stati Uniti (1440 miliardi, +28%) e Panama-Caraibi (900 miliardi, -47%). Buono il risultato delle piazze asiatiche: Hong Kong ha fatto segnare una crescita del 142% a 640 miliardi, Singapore del 25% a 470 miliardi.

Il volume a livello globale è aumentato del 2,2% tra il 2008 e il 2014, per un totale di 9,2 miliardi di dollari. Questa crescita è dovuta principalmente alla performance del mercato dei capitali e non da nuovi attivi versati da nuovi clienti, precisa Deloitte.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS