Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La robusta domanda asiatica e della Cina, in particolare, hanno dato permesso al Giappone di segnare nel 2010 un surplus commerciale in aumento annuo del 153,4%, a 6.770 miliardi di yen (60 miliardi di euro), grazie all'export in rialzo del 24,4%, per la prima volta in tre anni.

Sulla base dei dati diffusi dal ministero delle Finanze, le esportazioni si sono attestate a 67.400 miliardi di yen, a fronte di importazioni pari a 60.630 miliardi di yen (+17,7%).

Dopo il calo del 33,1% del 2009, a causa delle turbolenze innescate a livello globale dalla bancarotta di Lehman Brothers, il surplus nipponico è cresciuto con il solido supporto dell' interscambio con la Cina. L'export con Pechino è aumentato del 27,9%, toccando il livello record di 13.087 miliardi di yen.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS