Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Tragedia ieri in un santuario scintoista nel centro di Tokyo: due donne sono morte, un uomo si è tolto la vita e un'altra persona è rimasta ferita in quello che agli investigatori appare un regolamento di conti in ambito familiare.

Il 56enne Shigenaga Tomioka avrebbe attaccato la sorella maggiore Nagako, capo sacerdote al santuario di Hachimangu, appena scesa dall'automobile.

L'omicida era accompagnato dalla sua compagna - di età compresa intorno ai 30 anni - che brandiva una spada di samurai. L'autista della sacerdotessa è stato inseguito a ferito alla spalla con la spada, ma le sue condizioni non sono critiche. Dopo aver ucciso la sorella, Shigenaga ha pugnalato la propria compagna al petto e allo stomaco, per poi suicidarsi.

Secondo le prime ricostruzioni, poco prima dell'incidente si erano registrati dei diverbi tra i due familiari.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS