Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TOKYO - A letto e sveglia prima del solito, magari con almeno un'ora di anticipo: è l'invito alla base della nuova campagna ecologica del governo nipponico, secondo il quale una famiglia media in questo modo può ridurre sensibilmente il peso sull'ambiente in termini di emissioni nocive nell'atmosfera.
Lanciata dal ministero dell'ambiente con tanto di consigli sullo stile di vita da seguire forniti sul proprio sito, l'iniziativa è stata battezzata "Morning Challenge" ("sfida mattutina") e punta a convincere i giapponesi a spostare ogni giorno l'ultima parte delle attività serali alle prime ore del mattino, in modo da tagliare il consumo di elettricità nella fascia oraria notturna e sfruttare invece la luce naturale.
Secondo le stime del ministero, una famiglia con abitudini normali potrebbe ridurre in questo modo il rilascio di CO2 fino a 85 chili, pari al 20% delle emissioni complessive derivate dal consumo energetico per l'illuminazione dei nuclei familiari.
"Molti giapponesi sprecano energia elettrica nelle fasce orarie notturne, guardando ad esempio la tv fino a tarda ora - ha spiegato un responsabile del ministero -. Tuttavia, andando a dormire un'ora prima e anticipando la sveglia, sarebbe possibile ridurre concretamente l'impatto delle emissioni".

SDA-ATS