Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TOKYO - Il Giappone è sempre più il Paese dei centenari: con un aumento di 4.050 persone rispetto al 2009, i soggetti con 100 o più anni sono ora salite a quota 44.449, di cui l'86,8% donne, aggiornando il primato assoluto per il 40.mo anno consecutivo.
Sono i risultati del rapporto annuale pubblicato oggi a Tokyo dal ministero del Welfare, presentati come di consueto in anticipo sulla festa nazionale della 'Giornata del rispetto per gli anziani', che sarà celebrata lunedì prossimo e che prevede il dono di un bicchierino d'argento ai neo centenari.
Secondo i dati, con riferimento alla metà di settembre, la popolazione dei centenari conta adesso 38.580 donne (+3.628 sul 2009) e 5.869 uomini (+422). Il ministero ha segnalato però la possibilità che nell'elenco siano ancora presenti centenari non più in vita, dato che le amministrazioni locali sono ancora al lavoro per 'sfoltire' i registri dai decessi mai denunciati.
La donna più anziana del Sol Levante, con 113 primavere alle spalle, è Chiyono Hasegawa, nella prefettura sud-occidentale di Saga, mentre, più 'giovane' di appena cinque mesi, l'uomo più vecchio è risultato anche nel 2010 Jiroemon Kimura, 113 anni compiuti, che vive nella prefettura centrale di Kyoto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS