Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Bank of Japan (Boj) ha deciso di applicare interessi negativi ai conti correnti posseduti dalle istituzioni finanziarie presso la banca centrale.

Lobiettivo è di centrare il target di inflazione del 2% "nel più breve tempo possibile", malgrado i prezzi del petrolio restino ai minimi.

La Boj, il cui board ha approvato l'inattesa mossa con appena cinque voti a favore contro quattro, ha detto in una nota che applicherà "interessi negativi dello 0,1%" e che farà altri interventi al ribasso "se lo giudicherà necessario".

La Bank of Japan prevede che il pil crescerà dell'1,5% nell'anno fiscale 2015, con un'inflazione allo 0,1%. La crescita si manterrà all'1,5% nel 2016, per rallentare nel 2017 al +0,3%. "I rischi sono al ribasso e includono quelli dalle economie oltreoceano".

La Borsadi Tokyo chiude a +2,80%

La Borsa di Tokyo ha terminato gli scambi a +2,80%, in un seduta segnata dall'inattesa decisione della BoJ.

L'indice Nikkei, con il dollaro portatosi a 120,44 yen, guadagna 476,85 punti, dopo un'impennata intraday vicino a quota 600, e si attesta a 17.518,30.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS