Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

E' sempre piu' incubo nucleare in Giappone. Un terzo reattore, il numero due della centrale atomica di Fukushima-Daiichi, ha un serio problema di raffreddamento e si lotta per evitare il peggio dal momento che le barre di combustibile sono rimaste piu' volte scoperte.

Il Giappone ha chiesto ufficialmente aiuto all'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) e agli Stati Uniti. domandando di inviare un team di esperti per aiutare le autorita' locali a fronteggiare la crisi nucleare scatenata dal terremoto e dallo tsunami di venerdi' e contribuire a raffreddare le centrali nucleari danneggiate.

Al momento non ci sono segnali di possibili fusioni del nucleo nei reattori delle centrali giapponesi colpite dal terremoto, ha precisato l'Aiea. "Non abbiamo indicazioni - ha detto il direttore del Dipartimento sicurezza nucleare dell'agenzia atomica - che ci sia gia' un processo di fusione in atto".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS