Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sette persone sono morte nel nord del Giappone dopo aver mangiato dei legumi sottaceto contaminati dal batterio E.coli e 103 persone risultano intossicate. Si tratta del peggiore avvelenamento alimentare da dieci anni a questa parte nell'arcipelago nipponico, hanno riferito i responsabili della sanità locale.

"È difficile determinare come sia avvenuta la contaminazione batterica dei dei sottaceti. Non sappiamo se esiste un problema serio di controllo sanitario da parte della società produttrice dei legumi", ha dichiarato Seiichi Miyahara, responsabile sanitario di Sapporo dove ha sede anche la ditta responsabile della produzione dei sottaceti di cavolo avvelenati.

Nel 2002 un'intossicazione di E.coli aveva causato 9 vittime in un ospedale di Utsunomiya, città al nord della capitale Tokyo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS