Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Giappone: numerosi gli svizzeri che partono

Sono numerosi gli svizzeri che si apprestano a lasciare il Giappone dopo il devastante terremoto e lo tsunami di venerdì scorso. Lo indica oggi il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), precisando che i rientri sono programmati nei prossimi tre giorni.

Tutti i posti disponibili sugli aerei Swiss in partenza da Tokyo e diretti a Zurigo sono stati prenotati dall'ambasciata a favore degli svizzeri che vogliono rientrare in patria, ha detto oggi il portavoce del DFAE Adrian Sollberger. Per domenica è inoltre previsto un volo charter.

Il DFAE ha invitato tutti i connazionali a lasciare il nord-est del paese, raccomandando loro di pianificare la data della partenza "prima del prossimo week-end". Attualmente gli svizzeri che si trovano in Giappone sono 1890: 1606 di essi sono stati contattati dall'ambasciata, di cui i 105 residenti nelle regioni di crisi.

Tra gli svizzeri attivi nel paese del Sol Levante vi è anche Max Göldi - ex ostaggio del regime libico di Muammar Gheddafi - che lavora alle dipendenze della società ABB.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.