Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TOKYO - Nuovi guai per Paris Hilton. Dopo la condanna di ieri con la condizionale negli Usa per possesso di cocaina, è stata fermata oggi dai servizi di immigrazione all'aeroporto di Tokyo Narita. Lo riferiscono i mezzi di informazione giapponesi.
Giunta nella capitale nipponica a bordo di un volo privato è stata interrogata dai responsabili dell'immigrazione in quanto una persona con una condanna con la condizionale sulle spalle potrebbe non essere autorizzata ad entrare nel paese "a meno di speciali motivi".
Ieri, Paris Hilton si era dichiarata colpevole di due capi di accusa, relativi al possesso di cocaina e di ostruzione alla giustizia, davanti ad un tribunale di Las Vegas e era quindi riuscita ad evitare di finire in carcere. Un giudice l'ha condannata a due pene di sei mesi di carcere con la condizionale avvertendola che se sarà arrestata di nuovo sarà incarcerata per un anno.
Paris Hilton dovrebbe partecipare domani a Tokyo con sua sorella Nicky alla promozione di una linea di borse, ma secondo l'agenzia Jiji l'appuntamento è stato annullato.
In giugno la Hilton era stata arrestata dopo una partita della coppa del mondo di calcio in Sudafrica perchè sospettata di detenere marijuana. Nel 2007 la pronipote del fondatore della catena di alberghi Hilton era stata detenuta per 23 giorni a Los Angeles per aver guidato in stato di ebbrezza.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS