Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Particelle radioattive provenienti dal Giappone potrebbero raggiungere la Svizzera nei prossimi giorni. Esse non dovrebbero tuttavia costituire un pericolo per la popolazione, secondo l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Aria e acqua vengono regolarmente monitorate.

Sono state misurate infime quantità di cesio 137 e di iodio 131 nell'aria, ma queste sostanze non provengono dalla catastrofe di Fukushima, ha spiegato oggi alla stampa Werner Zeller, responsabile della radioprotezione all'UFSP. Si tratta in particolare di resti di Cernobyl e di radioattività naturale.

In Svizzera vengono realizzati controlli regolari: cinque stazioni al suolo - in Ticino, a Ginevra, a Friburgo, ad Aarau e sul Lago di Costanza - misurano lungo tutto l'arco dell'anno la radioattività. Le forze aeree dell'esercito, con velivoli muniti di filtri, partecipano alla raccolta dei dati sei volte all'anno o nel corso di eventi speciali. Alcuni voli in partenza da Payerne (VD) sono in programma a partire da domani.

Tracce della catastrofe di Fukushima dovrebbero poter essere rilevate in Svizzera nei prossimi giorni o nelle prossime settimane, ha spiegato Zeller, escludendo tuttavia qualsiasi paragone con Cernobyl. "Oltretutto non possiamo neanche parlare di nube".

Secondo MeteoSvizzera, le particelle radioattive potrebbero arrivare in Svizzera già domani. Non è per ora possibile stabilire con esattezza l'altitudine alla quale esse transiteranno, ha spiegato all'ATS Ludwig Zgraggen di MeteoSvizzera.

Il servizio meteorologico analizza i dati raccolti nell'atmosfera dalle oltre 100 stazioni di rilevamento sparse in tutto il Paese, in particolare nei pressi delle centrali nucleari. Quando vengono rilevati valori che raggiungono un Microsievert all'ora, viene automaticamente allertato la Centrale nazionale d'allarme (CENAL).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS