Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TOKYO - Il premier giapponese Naoto Kan ammette la sconfitta elettorale nel rinnovo parziale del Senato, riconosce i "troppi equivoci sul proposito di rialzo della tassa sui consumi" ed esclude l'ipotesi di dimissioni.
Nel corso della conferenza stampa tenuta nel quartiere elettorale del partito Democratico all'Hotel New Otani, Kan, visibilmente deluso, ha ribadito di voler continuare il suo lavoro di "riassetto dei conti".
L'equivoco sulle tasse, ha osservato, "è nato dal fatto che in tutte le riunioni internazionali alle quali ho partecipato, anche come ministro delle Finanze (durante il governo di Yukio Hatoyama, ndr), è emersa la necessità di evitare il rischio default. Non credo che il rialzo dell'Iva sia stato del tutto rigettato, anche se penso che sia alla base della sconfitta".
A questo punto, "voglio parlare con le opposizioni e consultarle sempre sulla questione delle tasse e del risanamento che sono argomenti ineludibili", alla ricerca di punti di convergenza. Nessun piano, inoltre, su un possibile rimpasto di governo: "non vedo i margini", ha osservato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS