Navigation

Giappone: sisma, costi per ricostruzione fino a 130 mld euro

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 maggio 2011 - 10:12
(Keystone-ATS)

Gli oneri per la ricostruzione post sisma/tsunami dell'11 marzo scorso potrebbero raggiungere i 130 miliardi di euro: è l'ultima stima sui costi della tragedia che ha colpito il nordest del Giappone fatta dal ministro dell'Economia, Kaoru Yosano, che ha parlato di spese comprese tra i "10.000 e i 15.000 miliardi di yen".

Per far fronte all'impegno finanziario, il governo potrebbe essere costretto a emettere nuovi titoli di Stato, ma - ha detto Yosano nel corso di un programma alla tv pubblica Nhk - non ha ancora "prima pensato a come onorare" il debito contratto.

"Capisco quelli che dicono che abbiamo bisogno di emettere obbligazioni per il terremoto, ma non dobbiamo prendere in prestito risorse senza pensare a come ripagarle: se emettiamo bond per la ricostruzione, abbiamo bisogno - ha osservato ancora - di decidere in quanti anni restituire il denaro e come".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.