Navigation

Giappone:Aiea; Fukushima, evoluzione in giusta direzione

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 marzo 2011 - 21:47
(Keystone-ATS)

La situazione nella centrale accidentata di Fukushima si evolve "nella giusta direzione", secondo quanto indicato dall'Aiea a Vienna. In dichiarazioni alla stampa, il responsabile Graham Andrews ha detto che "le cose si stanno evolvendo nella giusta direzione", sono in atto tentativi di ripristinare la corrente e in parte sono riusciti. Andrews ha comunque aggiunto che possono sempre intervenire imprevisti e che quindi non si può escludere il rischio che la situazione "peggiori".

Mentre nei reattori da 1,2,3,4 la situazione rispetto a ieri è pressochè immutata, e comunque non peggiorata, nel 5 e 6 la temperatura è aumentata di circa quattro gradi negli ultimi giorni. (Un aumento di 1,5 gradi al giorno non è considerato drammatico dall'Aiea).

La situazione è "un pò preoccupante", ha detto Andrews sottolineando però che in entrambi i reattori la temperatura è ancora molto lontana dal punto di ebollizione. I satelliti mostrano anche che i reattori 5 e 6 non presentano segni visibili di gravi danni e dal blocco 2 non esce neanche più fumo: "un buon segnale", ha detto.

L'esperto ha ribadito inoltre che l'incidente a Fukushima non è paragonabile a Cernobyl: "quel che vediamo oggi non è una fuga massiccia di radioattività, nè una diffusione attorno al pianeta". Troppo presto comunque per revocare l'allarme, non si può escludere l'imprevisto, ha messo in guardia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo