Navigation

Giapponese 73enne torna sull'Everest

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 aprile 2012 - 15:34
(Keystone-ATS)

Una giapponese di 73 anni, divenuta l'alpinista più anziana a conquistare l'Everest dieci anni fa, si prepara a conquistare nuovamente la vetta più alta del mondo (8848 metri) per cercare di battere il suo record. Lo hanno annunciato gli organizzatori della spedizione.

Il 16 maggio 2002, Tamae Watanabe aveva battuto il record del mondo tra le donne detenuto dalla polacca Anna Czerwinska, che aveva scalato la cima nel 2000, all'età di 50 anni.

"La signora Watanabe è un'alpinista fisicamente e mentalmente abbastanza in forma per scalare l'Everest - ha commentato Ang Tshering Sherpa, dell'agenzia Asian Trekking, con sede nella capitale del Nepal, Kathmandu -. La sua salita inizierà dal fianco tibetano della montagna". L'obiettivo dell'intrepida scalatrice è raggiungere la vetta tra il 10 e il 12 maggio.

Tra gli uomini, il record è detenuto dal nepalese Min Bahadur Sherchan che nel 2008 ha conquistato la cima della montagna all'età di 76 anni e 340 giorni. In tutto, sono quasi 4000 gli alpinisti che hanno scalato l'Everest dopo Edmond Hillary e Tenzing Norgay, i primi a guardare il mondo dagli oltre 8800 metri nel 1953.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?