Diversi giornalisti sono stati bersaglio di violenze oggi durante il 9/o atto della protesta dei gilet gialli in Francia. Una guardia che accompagnava un gruppo di giornalisti dell'emittente LCI è stata picchiata a Rouen, in Normandia.

Un video diffuso dal quotidiano Paris Normandie mostra la guardia, che accompagnava con un collega due giornalisti di LCI, circondata e pestata da diverse persone, alcune delle quali indossavano un gilet giallo. L'uomo ha riportato una frattura al naso.

A Parigi, una troupe della stessa LCI è stata circondata da manifestanti, un giornalista è stato gettato a terra prima di essere protetto da altri manifestanti.

Il ministro della Cultura, Franck Riester, ha denunciato su Twitter un "ignobile linciaggio" a Rouen. Il portavoce del governo, Benjamin Griveaux, ha twittato: "Da settimane i giornalisti sono bersaglio di violenze da parte di manifestanti in Francia".

A Tolone, nel sud, due giornalisti video dell'agenzia Afp sono stati inseguiti e minacciati mentre filmavano degli scontri e si sono dovuti rifugiare in un ristorante. A Marsiglia una decina di gilet gialli hanno impedito di lavorare a un giornalista della tv pubblica France 3 e a due fotografi locali, al grido di "l'unica informazione è sui social network". A Tolosa, nel sud-ovest, un gruppo di gilet gialli, secondo il giornalista Lionel Laparade, de La Depeche du Midi, ha aggredito una sua collega sola in automobile.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.