Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ginevra ha festeggiato questo fine settimana ufficialmente lo sbarco, 200 anni fa, delle truppe confederate al Port-Noir. Questo avvenimento consentì, l'anno successivo, l'adesione della città di Calvino alla Confederazione elvetica. La ricorrenza è stata celebrata con un grande corteo, una parata navale e delle rappresentazioni storiche, che hanno attirato circa 60'000 persone.

Alle celebrazioni ha partecipato, oltre alle autorità comunali e cantonali ginevrine, anche il presidente della Confederazione Didier Burkhalter. Nel suo discorso, il consigliere federale ha ricordato che per milioni di persone in tutto il mondo Ginevra e la Svizzera sono oggi sinonimo di libertà, democrazia e diritti umani.

In realtà la città di Calvino ha già iniziato i festeggiamenti lo scorso 31 dicembre 2013, 200 anni esatti dopo aver ritrovato lo statuto di Repubblica indipendente in seguito alla sconfitta dell'esercito napoleonico da parte delle truppe austriache.

L'entrata di Ginevra vera e propria nella Confederazione avvenne nel maggio 1815: i festeggiamenti si concluderanno in occasione del bicentenario della firma del trattato di adesione di Ginevra alla Svizzera, il 19 maggio 2015.

SDA-ATS