Navigation

Girardot: nipote accusa, omaggi solo dopo la morte

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 marzo 2011 - 12:09
(Keystone-ATS)

Dopo la sfuriata di Brigitte Bardot è Renato Salvatori, nipotino dell'attrice francese Annie Girardot, malata d'Alzheimer e morta nei giorni scorsi a Parigi all'età di 79 anni, a indignarsi per i numerosi omaggi a quest'ultima da parte di diverse personalità del cinema, dopo anni di oblio.

"Da quando è stato annunciato il suo decesso si è fatta viva una folla di gente del cinema che finora non si era mai interessata a lei", ha detto Salvatori, 18 anni, sul canale di informazione Bfm tv. Anche BB - che aveva condiviso con la Girardot il set de 'Le novizie' (1970) di Guy Casaril - aveva accusato il cinema francese di avere "abbandonato" l'attrice e di "averla lasciata morire".

I funerali della Girardot si terranno venerdì a Parigi nella chiesa di Saint-Roch, la parrocchia degli artisti. L'attrice sarà seppellita nel celebre cimitero del Pere Lachaise, dove riposano le spoglie di molti personaggi famosi come gli scrittori Marcel Proust e Oscar Wilde, il soprano Maria Callas e il pittore Amedeo Modigliani.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?