Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il pagamento in euro dei salari ai frontalieri è illegale nel cantone del Giura. Lo ha deciso il tribunale arbitrale giurassiano, dando così ragione al sindacato Unia che aveva denunciato questa pratica da parte del gruppo industriale zurighese Von Roll sui siti di Choindez (JU) e Delémont. Von Roll ha un mese di tempo per ricorrere contro questa decisione.

Il presidente del tribunale arbitrale, il giudice Damien Rérat, ha precisato all'ats oggi di aver emesso la sentenza il 12 settembre nell'ambito di una procedura privata di arbitraggio tra Unia e Swissmem, l'associazione padronale che rappresenta l'industria meccanica, elettrotecnica e metallurgica. Il caso riguardava il versamento di salari in euro di dipendenti della von Roll che non vivono in Svizzera.

Secondo Unia, questo modo di fare "violava le misure d'accompagnamento alla libera circolazione delle persone ed era discriminatorio". Felicitandosi per la decisione del tribunale, il sindacato sottolinea nella nota che il rafforzamento del franco "è un rischio imprenditoriale che deve essere a carico del datore di lavoro".

In base alla sentenza, Von Roll dovrà adesso pagare la differenza salariale. Il gruppo zurighese ha 30 giorni di tempo per fare ricorso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS