Navigation

Givaudan: franco forte penalizzante nel primo semestre

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 agosto 2011 - 09:27
(Keystone-ATS)

Il gruppo ginevrino Givaudan, numero uno mondiale degli aromi e dei profumi, nel primo semestre del 2011 è stato fortemente penalizzato dalla forza del franco e dall'aumento dei costi delle materie prime. L'utile netto è diminuito a quota 120 milioni di franchi, contro 200 milioni nello stesso periodo dell'anno precedente.

Il risultato operativo è passato da 330 milioni a 215 milioni di franchi. Dal canto suo il fatturato si è contratto dell'8,8% a 2,005 miliardi. Espresse in valute locali, le vendite sono comunque cresciute del 4,3%, ha indicato oggi Givaudan in un comunicato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?